27 gennaio 2015 - giornata della memoria

27 gennaio 201527 gennaio del 2015 : 70 anni dall’apertura dei cancelli di Auschwitz

Da anni, come Scienza under 18 Pescara per l’Abruzzo (siamo alla VII Edizione) ci stiamo impegnando e, con risultati molto positivi, a portare la comunicazione della scienza e quindi il dialogo tra scienza e società nelle scuole con l’intento di trasformare i banchi di scuola in laboratori in cui crescere e diventare tutor di pratiche «sensate» per gli adulti .

L’obiettivo di coinvolgere i ragazzi in attività al di fuori dell’aula, contando sulla possibilità di creare situazioni di arricchimento culturale e occasioni di approfondimenti mantenendo una maggiore apertura verso realtà educative e comunicativamente vincenti, rappresenta una Mission di Su18.

Noi intendiamo ricordare il 27 gennaio, come ogni anno, con una giornata dedicata soprattutto alla riflessione che facciamo partendo da concetti quali:

  • «Dal punto di vista scientifico le razze umane non esistono. Le razze esistono solo nella nostra testa, sono frutto di una creazione mentale».

  • Non si deve trascurare che il rispetto della persona e della diversità sono prima di tutto valori ed un prerequisito irrinunciabile di civiltà.

  • Scienza , storia e arte hanno nei secoli intrecciato le proprie storie nello sforzo di conoscere, esprimere e chiarire il reale.

La memoria non può risolversi in un appuntamento occasionale e celebrativo, ma deve costituire parte integrante della vita quotidiana. Il programma prevede un Simposio (“tavolo della comunicazione”), quale evento conclusivo a ciò che i ragazzi hanno costruito nelle scuole(“tavolo della didattica”).Abbiamo l’onore di avere con noi il Sindaco Dott. Marco Alessandrini, l’Assessore alla Cultura Dott. Giovanni di Iacovo, il Magnifico Rettore dell’ Università degli Studi D’Annunzio di Chieti Professor Carmine di Ilio ed Il Professor Giandomenico Palka autorevole rappresentante del mondo scientifico della nostra Regione(Genetista Università D’Annunzio).

La poetessa dialettale Mara Seccia con le sue parole racconterà la speranza.

Gli studenti saranno protagonisti della manifestazione con i loro interventi.

In questo «libricino» raccogliamo alcuni spunti da cui siamo partiti per riflettere e, oggi più che mai essere promotori di una campagna di sensibilizzazione contro ogni forma di discriminazione razziale . Vogliamo partire dalla bellissima frase contro il razzismo pronunciata da un grande protagonista della battaglia per il riconoscimento dei diritti umani e delle uguaglianze sociali e politiche, Mahatma Gandhi «Io e te siamo una sola cosa: non posso farti male senza ferirmi».

Coordinatrice scientifica Su18Pescara per l’Abruzzo

Carla Antonioli

 

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (27 gennaio 2015 ok.pdf)27 gennaio 2015 ok.pdf27 gennaio 2015419 Kb
Joomla templates by a4joomla